• fabiola-anitori-fiducia-renzi-e1438162061596

    Ambiente, Anitori: No ai “pennelli” frangiflutti di Ostia, Governo intervenga

     

    “Evitare l’avvio di opere che potrebbero procurare un grave danno paesaggistico ed ambientale” come i “pennelli frangiflutti sul litorale di levante di Ostia lido” che “la Regione Lazio intende realizzare”. Lo chiede, con un’interrogazione ai ministri dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare e dei Beni e delle attività culturali e del turismo, la senatrice di Area Popolare Ncd-Udc, Fabiola Anitori. ” Si tratta – spiega l’Anitori – di scogliere frangiflutti longitudinali, ciascuna della lunghezza di circa 200 metri, a forma di “T”, che per circa la metà del loro volume emergono dalla superficie dell’acqua”. “L’opera “interessa circa 4 chilometri di lido tra il canale dei Pescatori e la spiaggia di Castel Fusano” e, aggiunge la senatrice, “inciderebbe fortemente in una zona di alto pregio paesaggistico come quella delle spiagge di Castel Fusano e di Castel Porziano, storicamente apprezzate per il loro valore naturalistico e simbolo di uno scenario mediterraneo unico nel Lazio. D’altra parte, le barriere non sarebbero neppure una soluzione definitiva contro i fenomeni erosivi, in quanto rappresentano una tecnologia superata ed inefficace per arginare i flutti verso l’arenile. È ben conosciuto – prosegue l’Anitori – quali siano gli effetti sugli ambienti di spiaggia determinati dalla realizzazione di sistemi di difesa rigidi: alterazione o scomparsa di habitat con conseguenti ripercussioni sulla composizione (diversità, abbondanza e biomassa) e sulla struttura trofica dei popolamenti associati”. Per questo la senatrice di Ap chiede di sapere “se i Ministri in indirizzo abbiano attuato azioni concrete per evitare definitivamente l’avvio di opere che potrebbero procurare un grave danno paesaggistico ed ambientale in una zona di alto pregio ed a ridosso di aree protette; se abbiano posto in essere delle azioni volte a sollecitare la Regione Lazio a modificare o riformulare il progetto; se il Ministro dell’ambiente abbia verificato che sia stata effettuata un’adeguata valutazione di incidenza dell’opera”.

  • marino-con-monti-header-2

    GOVERNO: L.MARINO “ZANETTI HA PERSO BUONA OCCASIONE PER TACERE”

    “Il viceministro Zanetti ha perso una buona occasione per tacere. Le dichiarazioni rilasciate nel corso di un’intervista ad un importante quotidiano nazionale riguardo la legge sulla concorrenza evidenziano quanto non conosca il lavoro che sta facendo la Commissione Industria del Senato. Probabilmente parla sulla base di valutazioni frutto di impostazioni ideologiche e molto personali, che nascondono un’ansia di protagonismo e di presenzialismo che di certo non fa bene al governo”. Lo afferma in una nota il vicepresidente vicario del gruppo dei senatori di Area popolare Ncd-Udc, Luigi Marino. “Senza considerare l’assenza in Senato di un gruppo parlamentare di Scelta Civica che quindi ha impedito a Zanetti di avere chiaro il quadro delle attivita’ poste in essere dalla Commissione sulla legge – aggiunge -. Percio’ si informi prima di dichiarare, ma soprattutto eviti di cadere nella pericolosa logica ‘di lotta e di governo’ che, inoltre, non ha mai portato fortuna a chi l’ha praticata”.

  • sacconicongressoncdpost

    Lavoro agile, Sacconi: consentire ad accordi individuali

    “Superato il preliminare parere della Commissione bilancio del Senato in quanto provvedimento collegato alla legge di stabilità, il ddl su lavoro agile e partite iva approda alla Commissione lavoro che ne avvierà l’esame nella prossima settimana. Si tratta di una buona base di partenza sulla quale innestare norme fiscali più favorevoli al lavoro indipendente, un modello di welfare integrativo attraverso le casse professionali, norme più ambiziose per i cambiamenti che sono intervenuti e interverranno nei rapporti di lavoro sulla base delle tecnologie digitali. Il lavoro diventa generalmente agile e non solo per la smaterializzazione della postazione di lavoro. Soprattutto il lavoro si realizza a fasi, a cicli, a risultato secondo moduli organizzativi non più verticali ma orizzontali. Dobbiamo consentire anche agli accordi individuali di essere strumento di reciproco adattamento tra le parti delle regole e dei modi di retribuzione di tutte le tipologie di lavoro, dipendenti e indipendenti. Sarà infine necessario ipotizzare un piano nazionale di alfabetizzazione digitale che consenta a molte persone di transitare da lavori vecchi che si consumano a lavori nuovi che si producono”. Lo scrive Maurizio Sacconi, presidente della Commissione lavoro del Senato, nella sua rubrica quotidiana pubblicata sul blog dell’Associazione amici di Marco Biagi (www.amicimarcobiagi.com).

  • de_poli_672-458_resize

    Unioni civili. De Poli: no utero in affitto, corpo donna non e’ “parcheggio”

    “Stralciare le adozioni e di riflesso impedire che si apra un varco alla pratica dell’utero in affitto all’estero per le coppie gay: il corpo della donna non puo’ essere un parcheggio dove sostare 9 mesi al termine dei quali si ritira un pacco. Questa mercificazione della donna Va fermata”. Ne e’ convinto il vicesegretario vicario Udc Antonio De Poli che aggiunge: “Questi aspetti insieme alla non equiparazione unioni civili matrimonio sono fondamentali per noi “.

  • senatovuoto post

    Unioni civili: Sacconi e D’ascola , leggere Vacca per cercare principi condivisi.

    “L’intervista odierna del prof. Vacca rappresenta una solida e motivata critica da sinistra a coloro che incoraggiano la deriva antropologica in quanto sostenitori di un paradossale liberismo, che esalta i desideri individuali trasformandoli in diritti ed arriva ad ammettere il libero scambio dell’umano. Vacca parla esplicitamente di comportamenti nichilisti ed incoraggia una politica che sappia riprendere a confrontarsi sulla visione del mondo, sugli scenari indotti anche dalla pericolosa contaminazione tra il naturale e l’artificiale. Lo leggiamo come un appello a cercare un destino condiviso della nazione, principi largamente accettati, cui la nostra tradizione non può essere estranea e poi sui quali costruire il nostro futuro. Se invece la politica è solo quotidiana ricerca cinica e tattica del consenso di segmenti sociali, i processi profondi di disgregazione sono destinati a incrementarsi ulteriormente”. Lo dichiarano in una nota i senatori di Area Popolare, Maurizio Sacconi e Nico D’Ascola.

Pagina 3 di 31112345...102030...Ultima »