• marinello

    Ambiente. Bandiera blu per Potenza Picena. Marinello: premiato impegno amministrazione

    Oggi è stato comunicato alla Commissione Ambiente del Senato il conseguimento, per il decino anno consecutivo, del riconoscimento Bandiera Blu al comune di Potenza Picena, che viene simbolicamente consegnata dal senatore Morgoni durante la seduta della Commissione al presidente Marinello.

    “Esprimo vivo compiacimento per questo importante riconoscimento, che si ripete per il decimo anno consecutivo e che premia l’impegno e l’attenzione che da tempo caratterizza l’amministrazione locale. La Commissione Ambiente si è sempre trovata unita quando si è trattato di varare provvedimenti volti a tutelare, difendere e valorizzare il patrimonio storico, culturale ed economico del Mar Mediterraneo, nella consapevolezza che esso rappresenti un bene prezioso dell’Italia e più in generale dell’umanità stessa. Il Mediterraneo è la culla della nostra civiltà, il luogo all’interno del quale affondano saldamente le nostre radici culturali e storiche e quindi va protetto da ogni forma di aggressione. E spiace purtroppo dover constatare che è diventato, suo malgrado, scenario di lutti e sofferenze per i tantissimi disperati che in cerca di un miglioramento delle proprie condizioni di vita decidono di solcarne le onde a bordo di imbarcazioni di fortuna”.

  • dibiagio

    IUS SOLI. DI BIAGIO: ERRORE EQUAZIONE CON EMERGENZA MIGRANTI

    “Continuare ad accostare lo ius soli all’emergenza migranti etichettandolo come un stimolo capace di incrementare gli arrivi sulle nostre coste pecca di superficialità e di generalismo che data la delicatezza dell’argomento, sarebbe il caso di superare in nome di una buona politica, da tutti auspicata ma che su questi temi continua a latitare. Il populismo continua ad andare a braccetto con la trattazione parlamentare della legge ignorando che questo modus infierisce sulla credibilità della nostra Politica e sulla percezione della responsabilità politica che dovrebbe collocarsi al di sopra di qualsiasi posizione o ideologia. Manca la consapevolezza che questa legge è figlia dei suoi tempi, e lo stato non può restare inerte dinanzi alle richieste di una società che chiede, si evolve e necessita di strumenti di coesistenza e di integrazione diversi e maggiormente idonei alle sue istanze, ignorare questo, polemizzando su temi che rappresentano una conquista di civiltà e di diritto, rappresenta la più bassa forma di sciacallaggio politico mai raggiunta nell’ultimo periodo”.

  • sen_laura_bianconi

    Antimafia. Bianconi: da Ap libertà di voto. Sospette critiche da politici e magistrati

    “Sono stupita che dopo due anni che il Codice Antimafia e’ all’esame del Parlamento i colleghi parlamentari si siano svegliati soltanto adesso. In particolare riguardo l’articolo 1, quello che riguarda l’estensione delle misure di prevenzione anche per i reati attinenti alla P.A., e’ bene ricordare che l’opposizione non ha presentato alcun emendamento. Cosi’ come e’ sospetto il fatto che molti giuristi soltanto in questi giorni abbiano ritenuto di dover intervenire sul tema rilasciando dichiarazioni ed interviste molto critiche. Il provvedimento giunto dalla Camera era profondamente peggiore rispetto al testo che sara’ approvato dal Senato, e proprio grazie all’inteso lavoro svolto qui a Palazzo Madama il testo e’ migliorato in molti punti. Percio’, consiglio ai colleghi della Camera di essere piu’ attenti quando esaminano provvedimenti importanti, come quello che stiamo oggi discutendo in Aula, che inoltre intervengono in maniera cosi’ decisa nella vita dei cittadini. Purtroppo, pero’, anche dinanzi a questi miglioramenti diversi colleghi del mio gruppo parlamentare ritengono che il testo non sia ancora completamente soddisfacente e pertanto abbiamo deciso di rispettare le singole sensibilita’, lasciando quindi liberta’ di voto”.

  • Foto1-e1474969457690

    Giustizia. Vicari: dalla Sicilia 6mila firme per petizione Ucpi su separazione carriere giudici

    “Con 6mila firme la Sicilia è stata la Regione che ha contribuito con il maggior numero di sottoscrizioni alla proposta di legge d’iniziativa popolare lanciata dall’Unione delle Camere Penali per la separazione delle carriere in magistratura. È il segno della grande attenzione che nella mia Regione c’è sul tema, ma più in generale sul funzionamento del sistema giustizia stesso. Infatti, la separazione delle carriere può rappresentare una valida soluzione alla lentezza dei processi, che proprio nel nostro Paese, come confermato dalla stessa Ue, ha raggiunto livelli cronici. Ed una giustizia più veloce è anche un elemento importante per rafforzare il senso di fiducia dei cittadini nelle Istituzioni giudiziarie. Seguirò, perciò, con attenzione il prosieguo della campagna dell’Ucpi ed una volta depositata in Parlamento la proposta di legge, mi attiverò affinchè queste migliaia di firme possano trovare rapidamente soddisfazione e riscontro in una normativa che finalmente sancisca due percorsi separati per giudici e pm”.

  • Fabiola Anitori in Senato durante il voto di fiducia sul decreto legge in materia di processo civile , Roma 23 ottobre 2014. ANSA/GIUSEPPE LAMI

    Salute. Anitori: Alleanza per malattie rare contributo per armonizzazione norme su malattie rare

    “E’ un momento importante oggi perchè con la nascita dell’Alleanza per le malattie rare il lavoro lungo 10 anni dell’intergruppo trova il suo naturale completamento. Completamento che però non va visto nel senso di conclusione ma piuttosto di un rafforzamento e di un miglioramento della sua azione. Infatti, grazie alla sinergia tra Alleanza e intergruppo sarà possibile fornire quel supporto tecnico al Legislatore nel senso di un’armonizzazione delle normative, garantendo allo stesso tempo un positivo confronto tra società civile e politica. Il tutto al fine di migliorare il sistema di cure e di assistenza dei malati affetti da malattie rare”.

Pagina 5 di 27« Prima...34567...1020...Ultima »