• eaa46b15738fd944756db16a63d6917e-kfU-U10801350731882RKH-1024x576@LaStampa.it

    Comunali. Bianconi: vittoria centrodestra? Ma coalizione non esiste. Elettori hanno votato programmi, idee e candidati credibili

    “Come spesso accade in ogni tornata elettorale le forze politiche dello schieramento che ha vinto fanno a gara a dichiarare la propria rilevanza per la vittoria; coloro che, invece, hanno perso ricercano motivazioni per trasformare la sconfitta in una non vittoria. Sta accadendo anche stavolta e quindi le dichiarazioni che si stanno susseguendo non destano meraviglia, ma quello che sorprende, però, è l’assenza di realismo politico: oggi un centrodestra politico non esiste. Dall’esplosione del Pdl e con la fine dell’era bossiana nella Lega il centrodestra non ha trovato la sua sintesi politica, al di là delle dichiarazioni rituali e di comodo. Oscilla dal modello Toti alle suggestioni berlusconiane per il proporzionale che, appunto, sono la negazione dell’alleanza di centrodestra. Perciò, la vittoria di cui parlano gli esponenti di questa parte politica è in realtà frutto di candidati credibili e programmi convincenti. Sono gli elettori ad aver realizzato l’unità politica del centrodestra e non il viceversa. Se esiste un centrodestra è nei cuori degli elettori ma non nella testa dei suoi dirigenti che sono divisi e distanti. Tutto questo conferma che la politica non è morta, ma anzi che nel Paese c’è grande voglia di recuperare valori, di ritrovare quei diritti traditi e negati, di tornare ad avere fiducia in chi anteponga alle sigle, alle percentuali ed alle aspirazioni personali idee e programmi. Di questa lezione dovrebbero farne tesoro in primo luogo Renzi ed il Pd, per i quali il ‘governo dei mille giorni’ è diventato una sindrome piuttosto che una risorsa. Renzi anzichè fare un ‘upgrade’ della sua figura politica continua a ripetere lo stesso copione intriso di ‘nuovismo’, di ‘rottamazione’ e di ‘anticasta’ senza rendersi conto che il suo è stato il quarto governo più longevo della storia repubblicana. Ma anche chi come noi è protagonista di un’importante operazione di costruzione di un nuovo soggetto politico deve trarre lezione da questa tornata elettorale, spingendoci a guardare ai contenuti e non alle sigle, spezzando quel circuito vizioso creatosi tra politica e cittadini per trasformarlo in virtuoso. E allora se primarie ci dovranno essere siano tra idee e programmi e non tra persone, sigle o partitini. Come spesso accadde nei momenti di difficoltà della politica e dei suoi leader sono i cittadini con il loro voto ad indicare la via. Spetta a noi ora fare tesoro di questa lezione”.

  • gentilepost

    AMMINISTRATIVE, GENTILE: A CATANZARO PER AP STRAORDINARIA TORNATA ELETTORALE

    “Con il ballottaggio di ieri si chiude una straordinaria tornata elettorale a Catanzaro per Alternativa popolare. Cinque consiglieri comunali eletti, una classe dirigente locale che dimostra il suo radicamento ma soprattutto che risulta decisiva per la vittoria finale con il suo 10 per cento di consensi. Di tutto questo va fatto un plauso al senatore Piero Aiello per il grande impegno e per la lucidità con cui ha condotto Ap in queste elezioni. Chiaramente questo risultato è un segnale per la Calabria, l’ennesimo, ed un invito a voltare pagina. La gente ha premiato un programma di governo serio ed è questo che oggi chiedono i cittadini. Bisogna partire dalle riforme, investendo nei settori produttivi e ad alta efficienza, riducendo gli sprechi e la burocrazia. Quello di Catanzaro è un voto di speranza e di fiducia. Altro che fine della politica, di questa ce n’è ancora tanto bisogno, ma purché sia seria e competente. Come ha dimostrato di esserlo Alternativa popolare”.

  • Bari - Festa Della Repubblica 2 Giugno - Bari - Festa Della Repubblica 2 Giugno - fotografo: ARCIERI

    Ballottaggi: Cassano, Ap si rafforza, ottime indicazioni

    “Alternativa popolare prosegue nella sua opera di rafforzamento sul territorio tanto in Puglia quanto a livello nazionale e dimostra la validita’ di un progetto politico moderato e riformista per restituire un’alternativa valida agli elettori.  A urne definitivamente chiuse, Alternativa popolare si conferma in forte crescita tanto a livello nazionale che qui in Puglia, dove abbiamo confermato molti amministratori uscenti e eletti di nuovi da queste elezioni amministrative, che penalizzano in alcuni casi anche i grandi partiti, giungono indicazioni interessanti che sarebbe assurdo non cogliere. A cominciare dalla validita’ di una grande alleanza moderata che sia in grado pero’ di sganciarsi da strategie personalistiche e di lottizzazione di potere. Una nuova alleanza che deve mostrare di avere le carte in regola per dare stabilita’ al Paese e alle amministrazioni locali, a patto pero’ di riuscire e proporre un volto nuovo della classe dirigente politica come a gran voce chiesto dagli elettori. Solo se si sara’ in grado di cogliere questo messaggio che arriva dai risultato delle amministrative, solo se si mostrera’ quella capacita’ e attenzione nei confronti dell’amministrazione del bene comune, anche azzardando un passo indietro, dove e’ il caso  si potranno fermare quei populismi che, pur se oggi costretti a leccarsi le ferite, non sono ancora assolutamente sconfitti”

  • Fabiola Anitori in Senato durante il voto di fiducia sul decreto legge in materia di processo civile , Roma 23 ottobre 2014. ANSA/GIUSEPPE LAMI

    Giustizia, Anitori: via libera da Giunta Roma a ristrutturazione ex Gil di Ostia. Non si intesti meriti chi non ha fatto nulla

    “La firma in giunta dell’accordo di collaborazione tra Roma Capitale, la Regione Lazio e il ministero di Giustizia per la ristrutturazione dell’ex Gil e’ una buona notizia che potra’ consentire ad Ostia, dopo tanti anni, di avere una sede degli Uffici del Giudice di Pace, un presidio di legalita’ atteso da troppo tempo. Ora manca soltanto l’ultimo passaggio al ministero della Giustizia per concludere definitivamente l’iter e consentire ai lidensi di usufruire di un importante servizio, che non sara’ piu’ semplicemente un’unita’ distaccata del Tribunale di Roma. Ma una sede autonoma e con competenze maggiori rispetto al passato. Una battaglia che ho portato avanti con determinazione fin dal 2013, di cui ringrazio il prefetto Vulpiani per l’importante e proficua collaborazione istituzionale. Quello che adesso mi auguro e’ che si eviti la solita gara ad intestarsi meriti, soprattutto da parte di chi in questi anni nulla ha fatto per migliorare le condizioni di Ostia. Sarebbe l’ennesima beffa non solo nei confronti di chi quotidianamente lavora e si impegna sul territorio, ma anche dei cittadini che da troppo tempo lamentano abbandono e malgoverno”.

  • 32762-dibiagio22

    DISABILITA’. DI BIAGIO: A BRUXELLES INSIEME AI CAREGIVER, PER IMPEGNO PARLAMENTO UE SU TUTELE

    Avrà luogo oggi a Bruxelles presso la Commissione per le petizioni del Parlamento Europeo la discussione della petizione 0098/2015, con procedura d’urgenza, firmata da oltre 40mila cittadini e presentata dal Coordinamento famiglie disabili, sull’urgenza di riconoscere un piano di sostegno ai “caregiver” familiari che forniscono assistenza ai propri cari affetti da grave disabilità, in occasione della quale verranno auditi i firmatari della stessa. “Si tratta di una considerevole occasione per ribadire l’urgenza di rivoluzionare l’approccio al tema delle tutele dei caregiver, ora assolutamente assenti nell’ordinamento italiano e la situazione di impasse del disegno di legge in materia di tutele dei caregiver al momento in commissione lavoro al Senato, acuisce l’urgenza di veicolare la materia in sede europea al fine di individuare gli strumenti di intervento più adeguati e non più differibili per rettificare uno scenario di palese violazione di diritti umani che caratterizza il nostro Paese ormai da decenni, e dinanzi al quale lo Stato fa fatica ad intervenire adducendo la solita scusa della carenza di risorse. Spero che il passaggio al Parlamento Europeo sia uno sprono per riattivare l’attenzione in Italia su un tema che ci vede ancora una volta fanalino di coda dell’Europa e sono certo che il confronto di oggi sarà una valida premessa per il percorso di rettifica legislativa richiesto a gran voce da migliaia di cittadini.”

Pagina 1 di 2212345...1020...Ultima »